ippovia02[1]

Passeggiate a cavallo

Durante il vostro soggiorno potrete fare splendide gite a cavallo all’interno dei boschi che caratterizzano il nostro appennino. Utilizzando cavalli di razza Bardigiana, tipici del nostro territorio, sarete accompagnati da guide esperte in grado, all’occorrenza di impartirvi lezioni anche per principianti. Le passeggiate si svolgono in una struttura a noi vicina “Agriturismo Le Carovane”

Descrizione tecnica delle tappe
Lunghezza del percorso: 130 km circa con segnaletica
Rubbiano – Castelcorniglio
Distanza: 13 km circa, tempo di percorrenza di 2 ore al passo.
Il percorso è facile e sono presenti alcuni corsi d’acqua.
Tra le località Le Salde e Baracca il cammino attraversa un suggestivo versante di calanco.
Castelcorniglio – Varsi
Distanza: 12 km circa, tempo di percorrenza ad andatura lenta 3 ore e mezza.
Cammino di facile esecuzione, con un fondo buono. Solo nel tratto fra Contile e Carpadasco le difficoltà aumentano leggermente per la natura accidentata del terreno. Numerose le possibilità di trovare acqua per i cavalli. Il percorso da Carpadasco a Varsi costeggia alcuni tratti asfaltati.

Varsi – Bardi (Gravago)
Distanza: 14 km circa, tempo di percorrenza di 4 ore al passo.
Percorso senza particolari difficoltà, la pendenza è moderata. L’acqua è garantita da alcune sorgenti.

Bardi (Gravago) – Borgo Val di Taro (San Pietro)
Distanza: tappa molto lunga, circa 30 km, tempo di percorrenza di 8 ore.
Complessivamente non presenta difficoltà, il fondo è di natura varia ma generalmente buono, lungo il cammino sono presenti numerose sorgenti.

Borgo Val di Taro (San Pietro) – Berceto (Ca’ del Vento)
Distanza: 21 km, tempo medio di percorrenza di 5 ore.
Tappa con punti di media difficoltà tra le località S. Bernardo e Bergotto e tratti impegnativi in prossimità del Monte della Brugna. Sul cammino si incontrano diversi rii dove abbeverare i cavalli.

Berceto (Ca’ del Vento) – Solignano
Distanza: lunghezza della tappa 17 km, tempo medio di percorrenza di 4 ore e mezza.
Non ci sono difficoltà, il fondo è consistente e il tracciato di buona larghezza. Il guado del torrente Taro non presenta in genere pericoli, tuttavia le difficoltà variano secondo la stagione. Il tratto più interessante è quello fra le località Pagazzano e Calmello, di qui partono diverse varianti di media difficoltà che permettono di visitare nuclei architettonici molto belli ed isolati.

Solignano – Castelcorniglio
Distanza: 9 km, tempo di percorrenza di circa 2 ore e mezza.
Il percorso è facile, non presenta grandi dislivelli.

Descrizione tecnica delle varianti

Compiano – Borgo Val di Taro
Distanza: 18 km, tempo medio di percorrenza 4 ore e mezza.
Le strade sono larghe con un buon fondo e di facile transito. Nei pressi di Compiano si possono provare alcuni sentieri di diversa difficoltà sia in direzione Monte Poggio che in direzione Bedonia.

Descrizione tecnica del collegamento con l’Ippovia piacentina

Castelcorniglio – Pellegrino Parmense
Distanza: circa 17 km, tempo di percorrenza 4 ore e mezza.
Alcuni passaggi del percorso possono diventare difficoltosi in caso di piogge abbondanti ma sono comunque molto suggestivi perché attraversano grandi boschi di castagni.

Lunghezza del percorso: 136 km circa con segnaletica
Monte Cergallina
Dalla località Cergallina, dove si trova l’omonima azienda agrituristica, hanno inizio due percorsi ad anello.
Il primo percorso tocca Poggio del Corno, Vigoleno, Trinità e torna a Cergallina.
Distanza: circa 10,6 km percorribili con andatura lenta in 2 ore e mezza.
Alcuni tratti permettono anche trotto e piccolo galoppo. Lungo la strada si incontra 500 m di asfalto, il resto del tracciato attraversa vigneti, campi coltivati, dolci pendii e zone panoramiche come Poggio del Corno. Il percorso non presenta particolari difficoltà, alcuni terreni possono diventare insidiosi in caso di piogge abbondanti. L’abbeveraggio è assicurato dal rio Borreca nei pressi di Case Ginepro.
Il secondo percorso è in comune con il precedente fino a Trinità, se ne allontana poi subito per Case Zampora, Silvani, Ca’Magotta, dove la presenza dell’uomo è meno evidente.
Distanza: circa 10,4 km, tempo di percorrenza 3 ore per completare l’anello.
Percorso non impegnativo, alla portata di tutti. Il tratto fra Trinità e Case Zampora costeggia la riva del torrente Stirone, anche nella parte finale è possibile incontrare diversi riali.
Monte Cergallina – Monastero
Distanza: circa 13,5 km percorribili in 3 ore e mezza.
Le maggiori difficoltà sono rappresentate da passaggi con notevoli dislivelli altimetrici come la salita al Monte Vidalto (809 m s.l.m.), da cui si gode la vista della diga di Mignano, e la ripida discesa che porta all’attraversamento del torrente Arda; in questa zona il fondo è sassoso e in caso di piogge abbondanti il guado si fa impegnativo. Superata l’Arda, un tratto asfaltato porta a Monastero dove cavalli e cavalieri possono sostare e ristorarsi.
Monastero – Groppallo
Durata: 18 km si può percorreribili in circa 4 ore e mezza.
Il tratto è mediamente impegnativo. Lasciato Monastero, inizia la salita al Monte delle Donne, qui parte un bel sentiero che segue il crinale, senza forti variazioni di pendenza, e porta a Prato Barbieri. Attraverso appezzamenti coltivati, prati, boschi di quercia e faggio si giunge a Monte S. Franca vero e proprio passo fra la val d’Arda e val Nure. Dal Monte S. Franca inizia la lenta discesa per Groppallo, dove è possibile sostare in ristoranti o aziende turistiche. La presenza di acqua è garantita da alcuni rii.
Variante: per abbreviare il tragitto si utilizzi il sentiero che da Prato Barbieri porta direttamente verso Bettola, collegandosi al percorso ad anello (Ca’Preda) che fa capo all’azienda agrituristica Villa Enrichetta alle porte di Bettola. In poco più di 1 ora si percorrono i 5 km che separano Prato Barbieri da Ca’ Preda passando dal monte Solio; il piano viario è in gran parte regolare e solo in tratti limitati il fondo diventa sconnesso.
Groppallo- Bettola
Distanza: 14 km, il tempo di percorrenza 3ore e un quarto.
Il tratto è una lunga discesa in direzione di Bettola con fondo viario regolare, senza insidie; si attraversano rii e il torrente Groppo, alcuni tratti argillosi rendono difficile il cammino in caso di piogge.
Bettola
Dall’azienda agrituristica Villa Enricheta a Bettola partono due ampi circuiti ad anello.
Il primo collega, Vigolo, Castelnardo, Monte Castellone, Ca’ Preda, Selva, e ritorna a Bettola. Il percorso attraversa scenari molto diversi fra loro.
Distanza: circa 15 km e occorrono 4 ore e mezza per completarlo.
In alcuni tratti è possibile mantenere un’andatura sostenuta (trotto/galoppo) e non presenta difficoltà, è senz’altro il più veloce di quelli descritti e permette diverse varianti.

Il secondo attraversa Ca’ Bagnata, Caselasca, Ebbio, Monte S. Anna, Murlo.
Distanza: 14,5 km, il tempo di percorrenza è di circa 3 ore.
Il tracciato è caratterizzato da notevoli dislivelli di quota e dall’attraversamento del torrente Nure che può rappresentare grande difficoltà in funzione del livello dell’acqua.
Variante: una variante molto suggestiva è quella che dal Monte S. Anna passa per Paganoni, Castello di Spettine, Cassinari e ritorna a Monte S. Anna.
Distanza: 9,5 km, tempo di percorrenza 2 ore circa. Presenta alcuni passaggi con notevoli dislivelli altimetrici, stretti sentieri fra alberi e antichissime piste con ancora cenni di acciotolato, in prossimità di Monte Sant’ Anna, da cui si gode il bel panorama della Val Nure. La pista segue il bordo superiore di un calanco e si ha la suggestione di attraversare un paesaggio selvaggio. In caso di pioggia, il fondo diventa pesante e il percorso molto impegnativo. A Spettine l’azienda agrituristica omonima offre ristoro qualificato a cavalli e cavalieri.
Descrizione tecnica del collegamento con l’Ippovia dell’Appennino Parmense
Il tratto di percorso che collega le province Piacenza e di Parma conduce a Pellegrino Parmense, si snoda fra colline e prati senza brusche variazioni di quota. Si passa in provincia di Parma in prossimità della località Trinità. Lungo il percorso si incontra il torrente Stirone. Il guado del torrente può essere impegnativo in caso di piogge abbondanti. Il tempo di percorrenza è di circa 1 ora e mezza.